CENTRO MACULA

Il Centro Macula fa parte del Centro Oculistico IRR, è dedicato alle persone affette da malattie della retina, del vitreo e con maculopatie il cui scopo è la prevenzione, la diagnosi e la cura di questa terribile patologia.

La macula è la porzione centrale della retina su cui si forma l’immagine dell’oggetto che si guarda, è la regione anatomicamente specializzata per la visione chiara e distinta e ci consente quindi di riconoscere i volti, i colori, di leggere e di guidare.

PRENOTA UN TRATTAMENTO

Malattie dell’occhio

Vi sono molte malattie dell’occhio o sistemiche che se non adeguatamente curate possono danneggiare la macula e portare a grave perdita della visione centrale. Quella più frequente è la degenerazione maculare legata all’età, una malattia cronica con anda­mento progressivo che può portare a una perdita completa e irreversibile della visione centrale. È la prima causa di cecità legale nel mondo occidentale e in Italia si stima che colpisca circa un 1.000.000 di individui, con una prevalenza che varia dall’8,5 all’11% nella fascia di popolazione compresa tra i 65 e i 75 anni. Il fattore di rischio principale, ripor­tato nel nome stesso della patologia, è l’età, ma sono coinvolti anche il fumo, l’eccessiva esposizione alla luce solare senza protezione, l’obesità, i disordini cardiovascolari e del metabolismo lipidico, con importante componente eredo familiare.

Degenerazione maculare

Esistono due forme di degenerazione maculare senile: una secca, atrofica e una umida, essudativa. La prima è la più frequente e si caratterizzata inizialmente dalla presenza di depositi giallastri sulla retina (drusen) fino ad arrivare a un progressivo assottigliamento della retina centrale; la forma umida è invece meno comune ma più invalidante, è legata alla formazione di nuovi vasi molto fragili che tendono a rompersi, andando incontro ad emorragie ed essudazioni di siero, che sollevano la macula.

Tra le altre forme meno frequenti di maculopatia, ricordiamo la miopia patologica, forme infiammatorie ed infettive quali le uveiti posteriori da Toxoplasma, forme ereditarie come la retinite pigmentosa, la malattia di Stargardt e la malattia di Best, forme traumatiche e idiopatiche, come il foro maculare e il pucker maculare.

Malattie sistemiche

La macula può essere coinvolta anche in malattie sistemiche quali il diabete, dove pos­sono insorgere trazioni retiniche dovute a membrane epiretiniche e fenomeni ischemici; l’edema maculare cistoide è la causa più rilevante di perdita dell’acuità visiva causata dal diabete, ma possiamo ritrovarlo anche in altre patologie vascolari come la trombosi retinica o in patologie vascolari – ipertensive. Un coinvolgimento maculare si può verificare nelle persone ipertese, ansiose e frequentemente sotto­poste a stress di vario genere, come abbiamo nella corioretinopatia sierosa centrale. Esistono, infine, alcuni farmaci come la clorochina o sostanze chimiche di diversa natura che, se somministrate in eccesso, possono portare a gravi quadri di maculopatia, talvolta con una rilevante diminuzione della vista.

Visita specialistica oculistica

Il Team dei Professionisti e la strumentazione diagnostica del Centro Macula dell’IRR, consente di fare indagini mirate, specifiche, esclusive offrendo ai pazienti soluzioni diagnostiche e terapeutiche anche chirurgiche che vanno ben oltre la classica visita oculistica.

La visita specialistica oculistica viene completata da indagini diagnostiche quali:

È una metodica ad alta definizione, non invasiva, non dolorosa che analizza gli strati della retina, con lo scopo di individuarne eventuali alterazioni nella struttura.

È di fondamentale importanza per la diagnosi e il follow-up di tutte le patologie retiniche.

È un’evoluzione dell’esame OCT, non invasivo, che studia i vasi sanguigni nei vari strati retinici per determinarne il flusso. Permette lo studio delle neovasco-larizzazioni anomale e di tutte le patologie vascolari retiniche, come nella maculopatia e nel diabete.

L’esame studia la funzionalità retinica del paziente attraverso somministrazione di stimolazioni luminose. Vengono analizzati i potenziali d’azione generati dai fotorecettori della retina e delle altre componenti cellulari retiniche danneggiate dalla patologia. Anche questo esame non invasivo completa il ciclo diagnostico e aiuta a verificare l’efficacia della terapia.

È un esame diagnostico con iniezione endovenosa di colorante per la valutazione approfondita dei vasi retinici e coroideali. Consente insieme all’ANGIO OCT, l’esame del microcircolo e/o alterazioni vascolari anomale in patologie come la maculopatia, le malattie vascolari, il diabete.
È un esame che studia tutte le strutture oculari per valutare la maculopatia, il distacco della retina, le trazioni vitreo-retiniche, l’emorragia della coroide e il pucker maculare.

È la fotografia del polo posteriore retinico, esame associato all’OCT e ANGIOCT, utile per monitorare il decorso della maculopatia.

Al Centro IRR c’è il CENTRO LASER OCULISTICO dove è possibile effettuare trattamenti specifici dedicati in base alla patologia retinica. Viene utilizzato il Laser Navilas®, poco invasivo, non doloroso, per le patologie quali l’edema maculare, le neovascolarizzazioni coroideali e la retinopatia diabetica.

L’Istituto IRR osserva il seguente orario: dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 20:00 sabato dalle 8:00 alle 13:00

Corso Francia 104/3, Torino

Tel: 0113999222
Mail: info@irriba.it

Contattaci

L’Istituto IRR osserva il seguente orario: dal lunedì al venerdì dalle 8:00 alle 20:00 sabato dalle 8:00 alle 13:00

Corso Francia 104/3, Torino

Tel: 0113999222
Mail: info@irriba.it

Chiama